giovedì, settembre 05th, 2013 | Author:

La luminescente poesia dello stucco

Le superfici metalliche, e in generale quelle riflettenti, sono la chiave di lettura dell’arredamento, come si nota nella scala interna che collega i tre livelli. Il corrimano è ottenuto con una lastra metallica che, «nella morbidezza della leggera incurvatura, ricorda i biscotta’ lingua di gatto», commenta l’artista Gian-Carlo Montebello, prezioso collaboratore dell’architetto Anna Giorgi nella definizione di alcuni elementi di design. La balaustra è rifinita con stucco lucido (ottenuto grazie a una miscela di polveri di metallo e pigmenti colorati) che viene normalmente «tirato» e rasato. Qui, invece, se ne esalta la matericità, mettendone in rilievo le energiche spatolate. A enfatizzare l’insieme è una semplice lampada a sfera.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Lascia un commento » Log in