venerdì, maggio 31st, 2013 | Author:

Non è detto che per scoprire un negozio cordiale, ricco di atmosfera e di allettanti tentazioni sia necessario sempre e solo aggirarsi nelle zone centrali delle città, nel cuore dello shopping tradizionale. Per trovare questo spazio (che Laura Frugone gestisce assieme ai figli Valeria e Andrea) bisogna recarsi in un quartiere vivace, ma comunque abbastanza periferico, nella zona del Politecnico. Questa mini boutique «rétro» sarà una piacevolissima sopresa. Più di mille sono gli articoli, dagli oggetti per la tavola ai piccoli pezzi d’antiquariato, dalle piattaie ai pensili, ai mobili Napoleone III laccati neri. Ma l’elenco non è ancora esaurito. Diner en ville è l’indirizzo giusto per trovare papier màché con intarsi in madreperla e base in legno, quadri e cromografie a tiratura limitata, vasi del primo ‘900, argenti d’epoca, bicchieri decorati a smalto, piatti del secolo scorso. Il segreto? Alle spalle della signora Frugoni, cinque generazioni di antiquari, tra cui un nonno, famoso gioielliere.

Categoría: Antiquariato
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Lascia un commento » Log in