giovedì, febbraio 02nd, 2012 | Author:

Anche la sporgenza del tetto è un dettaglio costruttivo di pregio perché caratteristico di questa zona. Conosciuto con il nome di monachella per la sua somiglianza con i cappelli delle monache, si realizza posando le tegole rovesciate (messe sottosopra) e a scalare in modo che una metà rimanga sporgente e l’altra parte sia solidamente ancorata alla malta. Si procede così per cinque fasce fino a raggiungere gli 80 cm di profondità necessaria a proteggere la facciata dalla pioggia e dalla neve.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Lascia un commento » Log in