sabato, ottobre 02nd, 2010 | Author:

Lo stesso equilibrio si puó trovare nelle stanze della casa dijohan. L’eleganza non ha rególe, é un mistero. Un mistero Zen, forse. Per questa ragione il minimal rispimta sempre t’uori quando nieno ce l’aspettíamo. In rcalta é solo un gioco di equilibrio. In encina c’é un tavolo di Jean Prouvé con le come decorare casa, questo non é importante. L’importante é che sembra essere proprio la scelta perfetta per la stanza dei fornelli e dei coltelli. Come nel living, dove si respira una tinta atmosfera art noveau e dove invece di quel 1’época non c’é proprio niente, ma i vetri di Anua Torfs, un mobile di Ferruccio Laviani. la scultura Clock di Studio Job e la poltrona di Emmemobili. Cosi accade in camera da letto, con il tavolino, la sedia e la lampada di Franz Van Der Heyden e i vasi di Kate Hume.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Lascia un commento » Log in