domenica, settembre 29th, 2013 | Author:

La sfida dei colori

La scala e le ringhiere del soppalco sono in legno verniciato nero lucido. La moquette in lana, che riveste tutti i pavimenti, è grigio antracite con riflessi bluastri. Su questa base scura, gli arredi sono giocati sul forte contrasto cromatico: verde pisello per i tappeti (che sono in realtà rettangoli di moquette dal perimetro orlato), rosso lacca per il copriletto, allegrissimo madras per i divani, cuscini multicolori.

Categoría: Salotto  | Tags:  | Lascia un commento
venerdì, settembre 27th, 2013 | Author:

L'organizzazione i loft

L’accesso al soppalco è stato reso più agevole con l’installazione di una vera e propria scala in legno, composta da due rampe disposte simmetricamente: una conduce alla «camera da letto» e a una delle due cabine-armadio; l’altra alla seconda cabina. Il soppalco si affaccia sul soggiorno sottostante, che ha mantenuto la doppia altezza originale.
Sotto il soppalco sono stati ricavati un bagno e una minuscola cucina: quest’area misura m 2,50 di altezza mentre la zona soppalcata è alta m 2,10 nei punti più alti e circa 180 cm in quelli più bassi (cioè in corrispondenza delle grosse travi che attraversano il soffitto a cassettoni).

mercoledì, settembre 25th, 2013 | Author:

Progetti giovani per il salone

Questo solaio è rivestito sul lato inferiore da doghe in legno verniciato bianco e su quello superiore da una colata di malta sulla quale poggia direttamente la moquette. Le due travi a vista sono state consolidate con travi d’acciaio a doppio «T». Una delle due è verniciata di bianco, l’altra, rivestita in gesso, è ingentilita da modanature che la trasformano in una sorta di arco.

Categoría: Salotto  | Tags:  | Lascia un commento
lunedì, settembre 23rd, 2013 | Author:

La progettista

Ha venticinque anni e dal 1989 è iscritta alla facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma, dove la sua laurea (in arredamento e architettura d’interni) è fissata per l’aprile di quest’anno. Da tre anni collabora con un importante studio di progettazione romano, dove è responsabile del settore arredamento.

sabato, settembre 21st, 2013 | Author:

Una balconata dentro casa

Nel centro di Roma, l’intervento di una giovanissima progettista ha trasformato un anonimo monolocale in un allegro e originale appartamento di 67 metri quadrati. Come? Creando un soppalco per la zona notte, che si affaccia sul soggiorno sottostante come un balcone su una piazza. Le diverse aree funzionali hanno confini precisi, ma si aprono una nell’altra e non interrompono lo spazio. In questo modo vengono preservate funzionalità e vivibilità e, nonostante vi sia un’unica finestra, l’atmosfera d’insieme è tutt’altro che soffocante. Anzi, è decisamente vivace e ariosa.

giovedì, settembre 19th, 2013 | Author:

Luoghi di fascino e tradizione

La Francia, per chi cerca luoghi e cose di tradizione, continua a essere un luogo pieno di risorse. Nella casa di campagna dell’Anjou proposta in queste pagine, si può soggiornare e pranzare con i proprietari e apprezzare le originali terrecotte di un artigiano della zona.

martedì, settembre 17th, 2013 | Author:

Virtuosa da sempre

È dal Settecento, quando è nato, che questo mobile, con discrezione e costanza, ha superato tendenze, stili e gusti diversi, senza mai cadere nell’oblio grazie alla sua funzionalità (si adatta anche a spazi assai ridotti), alla sua capacità di completare e decorare angoli o pareti altrimenti inutilizzabili e alla sua estrema versatilità nell’apparire tradizionale o minimalista, estroso o di design.

domenica, settembre 15th, 2013 | Author:

Le finestre sul cortile

Questo appartamento si trova nel Sasso Barisano, uno dei due quartieri costruiti nel tufo che fanno di Matera una città unica al mondo, e occupa il primo piano, più una stanza-studio al livello superiore, di una casa del ‘600 «palazziata», nobilitata cioè con decori di pregio. E, con grande intuito, l’architetto Mattia Antonio Acito ha optato per una ristrutturazione prevalentemente conservativa.

venerdì, settembre 13th, 2013 | Author:

Demolizione & ricostruzione

Le piante qui accanto mostrano la distribuzione degli spazi prima e dopo la ristrutturazione eseguita dall’architetto Maurizio Lazzari. Originariamente l’appartamento (circa 90 mq) era composto da un lungo corridoio a «L» che disimpegnava gli ambienti con enorme spreco di spazio. A parte l’unico muro portante, tutti gli altri sono stati demoliti. La nuova disposizione, che recupera in gran parte la metratura del vecchio corridoio, comprende un grande soggiorno, una cucina non abitabile ma con un angolo per la colazione, due camere da letto, due bagni, un ripostiglio, una cabina-armadio.

mercoledì, settembre 11th, 2013 | Author:

L'oriente in citta

La parete di fondo, che separa questo ambiente dalla cucina, è una sorta di quinta disegnata da cinque antiche colonne in legno e una finestra decorata in bronzo. Tutto il materiale necessario per questo insolito allestimento, comprese le travi e le modanature degli archi, proviene dall’India ed è stato acquistato da Co.se.bro.